Come insegnare al cane a nuotare e a non avere paura dell’acqua - DogLover Blog

Come insegnare al cane a nuotare e a non avere paura dell’acqua

11insegnare a nuotare al cane

Con le temperature a picco di quest’estate, anche i nostri amici a quattro zampe cercano refrigerio immergendosi nell’acqua. Attenzione però: proprio come le persone, anche tra i cani ci sono quelli più inclini a nuotare e quelli che invece al massimo immergono le zampe o addirittura preferiscono restare all’ombra mentre i proprietari fanno il bagno.

Ma è possibile insegnare al cane a nuotare? Scopriamo di più su questo argomento!

Cani e nuoto: tutta una questione di razza

Premesso che, come per tutte le attività, il singolo individuo ha le sue proprie attitudini, esistono razze più predisposte al nuoto rispetto ad altre: Terranova, Labrador e Golden Retriver, ma anche Barboncino (che, non dimentichiamolo, nasce come cane da riporto in acqua) sono tra i cani che più amano l’acqua, perché selezionati in tal senso fin dagli albori della razza.

Al contrario, le razze brachicefale, come Boxer, Carlini o Bulldog, generalmente non amano stare in acqua, anche per via della loro caratteristica conformazione fisica, che rende la respirazione durante il nuoto piuttosto complicata. Anche cani come il Bull Terrier, per esempio, che hanno la testa proporzionalmente più grande rispetto al corpo, possono avere difficoltà a nuotare.

Insegnare al cane a nuotare attraverso il gioco

Chi ha un cane lo sa perfettamente: i nostri amici a quattro zampe imparano grazie al gioco. Persino i cani da lavoro, come quelli appartenenti alle forze dell’ordine, all’esercito o impegnati nelle operazioni di salvataggio, vengono addestrati giocando.

Fin da cuccioli, infatti, i cani hanno bisogno di giocare, attività indispensabile per il loro corretto sviluppo psicofisico e sociale. Anche per insegnare al cane a nuotare, dunque, il gioco è uno strumento fondamentale.

Fatta questa importante premessa, per insegnare al cane a nuotare è utile seguire alcuni accorgimenti. A cominciare dalla scelta del luogo più adatto a questo particolare tipo di training. Corsi d’acqua profondi o con la corrente forte, per esempio, non sono l’opzione più adatta; al contrario, è bene scegliere un corso d’acqua calmo e che abbia anche una riva dove il cane può riposarsi tranquillo.

Fondamentale è anche l’atteggiamento del proprietario, che deve essere il più possibile calmo e rilassato: no quindi a urla e rimproveri e via libera ai complimenti, ma evitando di eccitare troppo Fido, che deve vivere questa esperienza con il massimo comfort. Assolutamente sconsigliato è anche lanciare il cane in acqua, pensando che possa cavarsela da solo in virtù di una sorta di istinto innato: è vero che ci sono cani che nuotano subito agevolmente fin dalla prima immersione, ma è altrettanto vero che molti altri sarebbero terrorizzati da un’esperienza simile, tanto da correre un grave rischio per la loro incolumità.

Calma e positività sono dunque gli ingredienti indispensabili per insegnare al cane a nuotare, tenendo anche conto che possono essere necessari anche una decina di tentativi prima che il proprio amico a quattro zampe prenda confidenza con l’acqua.

insegnare a nuotare al cane

Insegnare al cane a nuotare grazie all’aiuto di professionisti

Per insegnare al cane a nuotare si possono semplicemente seguire i consigli sopra elencati o, ancora meglio, ci si può affidare all’aiuto di un professionista, che saprà trovare l’approccio migliore per far amare l’acqua a Fido.

Pensando a cani e padroni che amano nuotare, DogLover ha incluso nei propri servizi anche la possibilità di fare addestramento all’acqua con gli esperti del centro. Una soluzione ideale per far approcciare il proprio beniamino al nuoto in tutta sicurezza e all’interno di un ambiente igienico, confortevole e accogliente. Con il supporto dei professionisti di DogLover, insegnare al cane a nuotare è facile e divertente, perché tutto si basa sul gioco, in modo da rendere la prima esperienza con l’acqua del proprio amico a quattro zampe positiva e sicura.

La piscina per cani e padroni di DogLover, infatti, è pensata per garantire a tutti gli avventori (sia umani che canini!) tanto relax e divertimento. Qui i proprietari avranno la possibilità di prenotare la piscina per un’ora privata per nuotare (indossando un’apposita muta) insieme al loro cane, mentre l’area esterna rimarrà in condivisione con gli altri clienti; in alternativa, si può scegliere di far divertire il proprio amico a quattro zampe in compagnia dei suoi simili (per un massimo di sei cani e solo se compatibili tra loro). In questo secondo caso i padroni non potranno entrare in acqua, ma dovranno aspettare a bordo piscina.

La piscina di DogLover è un ambiente igienico, pulito e sicuro, in quanto possono accedere solamente cani che:

  • hanno effettuato tutte le vaccinazioni annuali
  • sono stati sottoposti a trattamenti antiparassitari
  • possiedono microchip
  • sono dotati di una polizza RC

Inoltre, la piscina di DogLover è dotata di un impianto ad ozono che permette di evitare l’utilizzo del cloro, che può causare irritazioni nei cani.

All’esterno della piscina, inoltre, è presente una zona relax ombreggiata, dove i cani possono riposarsi e rinfrescarsi dopo il bagno. Nel frattempo, i proprietari possono socializzare e godersi un ottimo aperitivo nell’area ristoro dedicata.